Beauty Report 2014

Col Beauty Report/2014 si rinnova per il quinto anno consecutivo l’appuntamento con le istituzioni, gli operatori, i media e l’opinione pubblica. L’iniziativa è promossa da Cosmetica Italia - associazione nazionale imprese cosmetiche che ha affidato alla società Ermeneia – Studi & Strategie di Sistema il compito di effettuare un’analisi oggettiva del settore. Lo scopo di fondo è quello di presentare quest’ultimo, visto che spesso risulta ancora poco percepito nella sue caratteristiche distintive: quella di una capacità di tenuta sostanziale rispetto al ciclo economico in corso, quella di promuovere un’innovazione continua di prodotto, quella di crescere in progressione sul piano dell’export e quella di dare continuità all’occupazione che presenta una significativa componente di profili medio-alti.
Il Beauty Report/2014 ha effettuato il consueto check-up sulle imprese, approfondendo in particolare la loro proiezione all’estero come parte della capacità di essere “resilienti” rispetto alle difficoltà e alle sfide del mercato che diventano un’occasione per evolvere in continuazione.
Inoltre si è messo sotto osservazione un ulteriore anello della filiera cosmetica (dopo l’acconciatura, le farmacie e le profumerie, analizzate nei precedenti tre anni): quello della Grande Distribuzione Organizzata (GDO) che, con un fatturato di 3,6 miliardi di euro, rappresenta il 37,6% delle vendite di prodotti cosmetici nel nostro Paese.
Infine si è fatto il punto sugli atteggiamenti e sui comportamenti da parte dei consumatori che sono diventati sì più attenti rispetto ai loro acquisti, ma anche orientati a preservarli e a qualificarli attraverso il ricorso alla multicanalità: il tutto mantenendo ed anzi accrescendo il loro atteggiamento aciclico di fondo che riprende vigore rispetto ai due anni precedenti.