Investire nell’ospitalità/2004

Per il terzo anno consecutivo si è predisposto un Rapporto ad hoc sul mercato delle attrezzature per alberghi, ristoranti, bar e altri pubblici esercizi.
Si è davanti ad un insieme di attività che superano i 5 miliardi di euro l'anno, con aziende industriali che producono arredamento e illuminazione, forniture per cucina, macchine alimentari, pentolame, stoviglieria, condizionamento e riscaldamento, biancheria, piastrelle in ceramica. Ma anche ad un insieme di aziende-clienti che rappresentano all'incirca 400 mila imprese del settore dell'ospitalità, che cercano attrezzature migliori per diventare più attraenti e competitive nei confronti della propria clientela.
Il Rapporto si articola anche quest'anno in due Parti. La prima risulta dedicata all'analisi del settore dell'ospitalità quanto a valore aggiunto, occupazione, dinamiche imprenditoriali, andamento di flussi turistici. Il tutto risulta completato dal check-up del fatturato, degli addetti, dell'export delle aziende produttrici di attrezzature che viene sintetizzato da un indicatore congiunturale sintetico ( Exphotel Index 1 ). Inoltre sono stati aggiunti due capitoli che tendono ad illustrare l'evoluzione della domanda di servizi nel campo dell'ospitalità, con particolare riferimento alle esigenze del cliente nei confronti delle dotazioni che si aspetta di trovare in albergo, da un lato e la crescente domanda di servizi del benessere, dall'altro.
La seconda parte del Rapporto risulta basata sull'analisi "soggettiva" delle opinioni e degli atteggiamenti degli operatori (sia produttori che acquirenti), attraverso l'effettuazione di un panel selezionato avente come scopo la traduzione in dati quantitativi dell'andamento del fatturato, del clima di fiducia e della propensione agli investimenti, riferiti all'anno che si è appena chiuso (2003) e a quello che si apre (2004). Anche in questo caso si è pervenuti a un apposito indicatore congiunturale sintetico ( Exphotel Index 2 ).
In tal modo il Rapporto fornisce uno strumento di analisi periodica che permette di monitorare l'andamento del mercato delle attrezzature e la relativa evoluzione nel tempo, grazie anche alla collaborazione attiva delle diverse associazioni di categoria coinvolte sia di parte Confindustria sia di parte Confcommercio.