Valutare il non profit

La crescita delle attività di volontariato nel campo del sociale ha visto in questi anni un aumento del numero delle Associazioni, uno sviluppo della normativa, un utilizzo ampio delle organizzazioni non profit a sostegno dei servizi di welfare, un’estensione dei finanziamenti da parte del mondo delle Fondazioni (specie bancarie).
Oggi il sistema associativo del sociale esprime un’esigenza di passaggio ad una fase di maggiore maturità, anche per quanto riguarda gli aspetti organizzativi e gestionali. In quest’ambito rientra a pieno titolo quello della misurazione consapevole delle attività svolte e dei soggetti associativi che le promuovono.
Per questa ragione la Fondazione Unidea ha predisposto questo Rapporto che ha permesso di mettere a punto un “pacchetto” di strategie, di strumenti e di procedure di misurazione, in una logica di vero e proprio “rating del sociale”.
A tali risultati si è pervenuti attraverso una serie di passi successivi: la definizione di una mappa delle Associazioni cui rivolgersi con la proposta di misurazione, un’analisi delle esperienze di valutazione così come si sono spontaneamente formate nel tempo e soprattutto attraverso un coinvolgimento attivo (anche con un’apposita indagine articolata) delle Associazioni che hanno contribuito in maniera convinta alla costruzione di un sistema di misurazione, condiviso nei principi, nei criteri e negli strumenti proposti.
Si tratta ora di aprire una stagione di sperimentazione, in cui tali strumenti possano essere applicati in maniera sempre più estesa, nel quadro del passaggio graduale verso una fase maggiormente evoluta delle Associazioni, così da rendere evidente all’interno come all’esterno la capacità di produrre effettivo valore sociale da parte dei protagonisti del non profit.